Scuola: Vespucci e Musco vincono concorso teatrale su bullismo

CATANIA – “Gli ultimi bulli” è il titolo del lavoro, rappresentato nel Teatro Verga di Catania, che ha vinto l’edizione 2017 del concorso “Fare e subire prepotenza è un gioco che non mi piace” riservato alle scuole medie. Per le elementari ha vinto invece la Musco, con “Ricomincio da me”. Dietro la Vespucci, che ha ottenuto un premio in denaro da 1.200 euro, sono giunte la XX Settembre con “Volto pagina” (800 euro) e la Coppola con “Ti aspetto fuori” (500). Dietro la Musco è giunta la De Roberto con “Pino il burattino” (800).
Dopo la premiazione sono stati messi in scena, tra gli applausi, i due lavori, tratti da copioni inediti scritti dagli studenti e dedicati al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo. ​L’obiettivo del concorso è infatti quello di sensibilizzare, attraverso le arti sceniche, bambini e ragazzi su questo fenomeno. I lavori teatrali ​sono stati esaminati da una Commissione composta da Ezio Donato – docente universitario, regista e coordinatore didattico del Progetto Teatro Ragazzi -, dalla regista e insegnante Nunziata Blancato e da Angela Bono, poetessa e scrittrice nonché responsabile dell’Ufficio Borse di Studio dell’Assessorato. La Commissione ha valutato i testi secondo i criteri della peculiarità, dei contenuti educativi, della creatività e del coinvolgimento di alunni diversamente abili e di differenti etnie.
Alla manifestazione sono intervenuti i presidi della Vespucci Carmen Pittera, della Musco Cristina Cascio, della Coppola Salvo Distefano e anche Emanuele Rapisardi, dirigente della Pestalozzi, che vinse lo scorso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare...