ll M5S con L’on. Marano presenta un’interogazione sul Personale dell’Istituto Incremento ippico

All’ARS è stata presentata un’interogazione Parlamentare che ha come prima firmatario l’ON. Marano sulla vicenda degli Istruttori Direttivi dell’Istituto Incremento Ippico di Catania. L’interogazione nello specifico riguarda la ricollocazione del personale in eccesso e sul perchè la vicenda è entrata nell’obblio
„“Il governo regionale prima rimodula la pianta organica dell’istituto incremento ippico – dice Marano – e poi non sa come gestire il personale, lasciando aperto un pericoloso limbo. Una rimodulazione, tra l’altro, impugnata dal consiglio dei ministri tanto che il provvedimento della Regione è stato dichiarato incostituzionale nonostante noi avessimo segnalato per tempo le incongruenze dell’atto. Ma tant’è: Musumeci e i suoi sono andati avanti con la frittata”.“
“Così i dipendenti che passeranno da 31 (di cui 30 di categoria C e 1 di categoria D) a 17 (di cui 12 di categoria A, 1 B, 3 C e 1 D) comporteranno un esubero di 27 istruttori amministrativi che rischiano contratti di solidarietà o di rimanere a casa con solo l’80% dello stipendio. Adesso il governo Musumeci, visto che la rimodulazione risale al collegato della finanziaria del 2019, deve dare risposte chiare: dove e quando sarà collocato questo personale in eccedenza? Si potrebbe utilizzare questa forza anche in altre amministrazioni pubbliche, vista la lentezza pachidermica della burocrazia”.“Infine – conclude Marano – vorremmo capire da dove si attingerà per i dipendenti delle altre categorie che serviranno per l’istituto incremento ippico a seguito della rimodulazione della pianta organica e se è stato dato avvio alla concertazione con i sindacati. Quanto durerà ancora questa stasi?”.

 

 

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci