Addio al grande Gigi Proietti.

Si è spento in una clinica romana per gravi problemi cardiaci, l’erede diretto di Ettore Petrolini. Gigi Proietti, è morto stamane il giorno del suo 80esimo compleanno e proprio su questa data ironizzava sempre, com’era solito fare anche nella vita di tutti i giorni. Artista eccezionale, poliedrico, drammaturgo, attore e regista, Proietti ha al suo attivo cinquant’anni di carriera di successi che si sono susseguiti all’insegna del talento puro. Gigi, era romano de Roma, il palcoscenico fu la sua casa, i suoi genitori quando era studente universitario non erano molto d’accordo sul fatto che volesse fare l’attore, infatti per farli contenti si laureò in Giurisprudenza. Il mitico Mandrake de La febbre da cavallo, il Maresciallo Rocca, il varietà l’avant spettacolo, la tv i suoi personaggi le sue barzellette resteranno immortali. Aveva la capacità camaleontica di passare ad interpretare ruoli della commedia all’italiana fino ad arrivare ai testi shakspeariani. Le sue collaborazioni con grandi registi come, Garinei e Giovannini e la stima di tutti i colleghi oggi si stringe al dispiacere per la sua dipartita. Riposi sereno, una stella in più si è aggiunta in cielo. Ciao Gigi.

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci