Aiutiamo l’ambiente combattendo l’irresponsabilità

Dal 1 giugno Greenpeace lancia “ Plastic Radar”, un servizio per segnalare la presenza di rifiuti di plastica sulle spiagge, sui fondali o che galleggiano sulla superficie dei mari italiani. È possibile partecipare all’iniziativa utilizzando la più comune applicazione di messaggistica istantanea, Whatsapp, inviando le segnalazioni al numero di Greenpeace +39 342 3711267.
Sempre più spesso vediamo i nostri mari invasi dalla plastica, con questa lodevole iniziativa, Greenpeace, sempre in prima fila per la lotta all’inquinamento, invita tutti a gridare l’allarme verso un’emergenza ambientale molto grave. Come? molto facile attraverso Wthatsapp; una volta trovati i rifiuti di plastica sulle spiagge, sui fondali oppure nel mare che galleggiano, basta scattare una foto facendo in modo da riconoscere il tipo e la marca del rifiuto di plastica (se è possibile), inviandolo a Greenpeace, assieme alle coordinate geografiche dove è stato ritrovato e nel giro di 24-48 ore la posizione verrà messa on line sul sito di Greenpeace plasticradar.greenpeace.it, in modo da attivare non solo il recupero, ma individuando concretamente le grandi case che da anni attraverso i loro imballaggi non ecocompatibili inquinano i nostri mari. Non dimentichiamo che la plastica non si decompone ma diventa talmente piccola che viene ingerita dai pesci e in seguito entra nel nostro organismo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Samaritani

I Samaritani

2 Giu di Claudio Shamoowwel Schillaci

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano

Il lato oscuro di musica e letteratura

Proposte editoriali

Sulle rive del Mare Chazaro

5 Mar di Suzana Glavaš

La linea della fertilità

Tesori nascosti di casa nostra

Il Diritto a portata di mano

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano