Golfo di Catania: assegnati i premi per gli “ambasciatori” che osserveranno i cetacei e le tartarughe marine durante la SETTIMANA DEL MARE.

COMUNICATO STAMPA.

CATANIA – Il mare è una risorsa che va tutelata a salvaguardata, ma i catanesi non sempre ricordano quanto sia preziosa. Eppure, nonostante Catania si affacci su uno specchio di mare che in molti ci invidiano, lo stato di salute del Golfo ai piedi dell’Etna invita a dover velocemente cambiare rotta per mantenere inalterati gli equilibri dell’ecosistema marino.
Di questo si è parlato all’interno della conferenza stampa di presentazione del progetto “Generazione Blu” organizzato dall’associazione MareCamp Odv, rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Catania e provincia, per sensibilizzare i giovani al rispetto e alla tutela dell’ambiente marino.
Hanno partecipato oltre una decina di istituti comprensivi, e dai 35 elaborati selezionati dagli studenti, è emerso che il mare è un habitat splendido e suggestivo, ma che gli esseri umani stanno portando lentamente a far soffrire.
I 35 studenti firmatari degli elaborati selezionati da una commissione pubblica, saranno gli “Ambasciatori del Mare” della città di Catania durante la “Settimana del Mare” in programma dal 28 giugno al 4 luglio e, per 15 di loro, sarà data l’opportunità di toccare con mano l’universo marino, ricco di fauna selvatica e animali marini, trascorrendo una giornata a bordo insieme ai biologi marini di MareCamp, per osservare la vita dei cetacei presenti nel Golfo catanese. Durante le uscite in mare, gli equipaggi raccoglieranno i macrorifiuti galleggianti, uno dei principali responsabili che mortifica l’ambiente marino.
«Occorre innestare un processo di cambiamento nelle nuove generazioni – ha sottolineato Dario Garofalo pres. MareCamp e referente progetto “Dolphin Watching and Conservation in the Gulf of Catania” – e facendo rete, come nel caso del progetto “Generazione Blu”, i risultati non tardano ad arrivare. I giovani sono la pietra miliare per iniziare a “educare” i propri genitori. Il mare ha dato tantissimo a tutti noi e ora è giunto il momento di restituire il bene che abbiamo ricevuto finora».
«Il mare – hanno detto in modo corale gli assessori del Comune di Catania presenti alla premiazione: Barbara Mirabella (Pubblica Istruzione), Michele Cristaldi (Mare), Fabio Cantarella (Ambiente) e Sergio Parisi (Sport) – non va ricordato solo in estate, quando ci si tuffa e ci si immerge, ma è un dono ricevuto dalla natura che va tutelato, protetto e salvaguardato anche con le piccole azioni quotidiane. Incoraggiando chi non lo rispetta ad averne cura, con la stessa attenzione che si rivolge agli affetti più cari».
Dai vertici degli assessorati comunali sono arrivati stimoli importanti: dalla Pubblica Istruzione la proposta di inserire il progetto “Generazione Blu” nell’offerta formativa dei Pon per il prossimo anno scolastico; dal Mare e dall’Ambiente la manifestata volontà di realizzare delle stampe da installare nelle spiagge pubbliche utilizzando gli scatti fotografici degli elaborati presentati nel contest, infine dall’assessorato al Mare, l’intenzione di creare un protocollo d’intesa per tutelare gli ambienti marini per incentivare gli sport acquatici.
La dott.ssa Clara Monaco, biologa marina esperta in conservazione degli ecosistemi marini e della fauna selvatica nel Mediterraneo, nel congratularsi con gli studenti e i docenti presenti nell’aula magna del Cus Catania che ha ospitato la premiazione, ha ribadito l’importanza di «imparare a conoscere il mare nelle quattro stagionalità, con la presenza delle varie specie di cetacei che fa capire che il Golfo gode ancora di un’alta biodiversità marina. Ma non bisogna abbassare la guardia per preservare la sua salute. I giovani hanno un ruolo fondamentale».
Il contest “Generazione Blu” che gode del patrocinio della Commissione Europea, della Capitaneria di Porto di Catania, del Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana, del Comune di Catania, della Guardia Costiera di Catania, dell’Area Marina Protetta “Isole Ciclopi”, del Centro di Ricerca L’Ora del Mare dell’Università di Catania, del CONI Catania e del Club Nautico di Catania, ha le certificazioni “Amici dei Delfini” e “Friend of the Sea”, e rispetta il codice internazionale di buona condotta ACCOBAMS per l’osservazione dei cetacei, ha trovato quest’anno un partner ufficiale, la società catanese Etnafood licenziataria McDonald’s Sicilia e Calabria, che sta facendo della “rigenerazione ambientale” la sua mission.
«I catanesi – ha detto Pietro Vadalà amm.re delegato Etnafood-McDonald’s Catania – amano il mare, l’Etna e il buon cibo. E non c’è niente di meglio per un’impresa locale che vuole dare un segnale al territorio locale, che rendersi disponibile, partecipando attivamente al cambiamento di cui tutti potremo beneficiare. La riduzione della plastica e l’utilizzo delle carte vegetali nel settore alimentare, ad esempio, sono i primi passi concreti per salvaguardare il patrimonio che abbiamo e di cui finora non ci siamo occupati nel modo giusto».

I 15 FINALISTI, I 3 VINCITORI DEL CONTEST:
I primi 3 classificati che oltre ad andare in mare con i biologi marini di Marecamp e che riceveranno in premio dei buoni McDonald’s da consumare in uno dei punti di ristorazione presenti in provincia di Catania, sono:
1) Ester Fraschilla della 1B dell’I.C. “Giovanni Verga” di Vizzini con il video “Com’è profondo il mare”;
2) Giovanni Karol Lentini della 2B della stessa scuola che ha realizzato un video dal titolo “Il pianto dei nostri mari”;
3) Lucrezia Strano della 3B dell’I.C. “Montessori-Mascagni” di Catania che ha realizzato un collage fotografico dal titolo “Fauna e paesaggi” (assente durante la premiazione perché impegnata negli esami di fine anno scolastico, ma riceverà il premio durante la Settimana del mare).

Gli altri vincitori che prenderanno parte alle escursioni in mare:
4) Greta Maria Agosta, 2B dell’I.C. “Giovanni Verga” di Vizzini con il video “Non usarmi. Vivimi!”;
5) Maria Vittoria Rivela con il video “Rivorrei un mare pulito”, 1B dell’I.C. “Pietro Carrera” di Militello Val di Catania;
6) Greta Scifo con foto di disegno in 3D su cartellone “Il Mare”, 2° dell’I.C. “Giovanni Verga” di Vizzini;
7) Alessandro Verdi composizione fotografica “Il diritto a un mare pulito” 1B dell’I.C. “Giovanni Verga” di Vizzini;
8) Adriana Amendolara video “L’uomo, la plastica e il Mare” 2C dell’I.C. “Giovanni Verga” di Vizzini;
9) Tiziano Cuttone video “Il Mare, una Bellezza da salvaguardare” 1A dell’I.C. “Diaz-Manzoni” di Catania;
10) Gloria Faro foto di disegno su cartellone “Frammenti di plastica” 1B dell’I.C. “Montessori-Mascagni” di Catania;
11) Andrea Terlato video “Il mare sinonimo di vita” 2B dell’I.C. “Giovanni Verga” di Vizzini;
12) Alice Raffagnini foto di disegno su cartoncino “La super eroina” 1B dell’I.C. “Montessori-Mascagni” di Catania;
13) Federico Giuffrida video “Wave of change” 1L dell’I.C. “Quirino Maiorana” di Catania;
14) Radwan Khiar Bilal foto a disegno su cartellone “Il Mare, Le due facce della medaglia” 1B dell’I.C. “Giovanni Verga” di Vizzini;
15) Matteo Paschina video “Basta poco” 1C dell’I.C. “San Domenico Savio” di San Gregorio.
3 allegati

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci