Video conferenza ieri con i vertici della Pfizer

“Teniamo alta l’attenzione sullo stabilimento Pfizer di Catania, ma apprezziamo la concreta volontà di confronto e di ascolto delle nostre richieste dimostrata dall’azienda nel comune intento di dare priorità assoluta al diritto dei lavoratori alla salute e alla vita”. Lo affermano i segretari generali di Cgil-Cisl-Uil e Filctem-Femca-Uiltec Catania, impegnati ieri in videoconferenza con i vertici della società farmaceutica. Per venerdì è in programma un nuovo confronto.
Giacomo Rota, Maurizio Attanasio, Enza Meli, Gerry Magno, Giuseppe Coco e Alfio Avellino dichiarano ancora: “La nostra posizione è stata e sarà sempre quella di tutelare, come valore primario e indiscutibile, la salute e la sicurezza dei lavoratori. Venerdì vigileremo sulla situazione nel suo complesso, in quanto Pfizer di Catania è lo stabilimento più colpito dalla pandemia nel nostro territorio con il triste bilancio di un deceduto, altri due positivi e almeno cinque tamponi in attesa di responso. Per questa ragione, abbiamo chiesto e continueremo a chiedere misure speciali e non ordinarie per far fronte a questa drammatica crisi”.
“Consideriamo un gesto di responsabilità – aggiungono i segretari di Cgil-Cisl-Uil e Filctem-Femca-Uiltec – che, dopo il nostro appello, Pfizer Catania abbia deciso di limitare fino a domenica la produzione ai servizi necessari in modo da sanificare gli ambienti. Abbiamo inoltre preso atto delle misure anticontagio assunte dall’azienda e, nel rispetto del recente protocollo sulla sicurezza firmato dal Governo con le parti sociali e delle norme in vigore, avanzato alcune proposte a ulteriore salvaguardia del personale. L’azienda, ad esempio, ha già accolto la nostra richiesta di installazione di nebulizzatori disinfettanti, fissi e portatili. Le organizzazioni sindacali hanno altresì sollecitato che, oltre le mascherine chirurgiche già in dotazione, ogni lavoratore riceva visiere protettive”. I rappresentanti sindacali concludono esprimendo “ai lavoratori di Pfizer Catania un plauso e un ringraziamento collettivo per l’avvedutezza e la professionalità dimostrati in un momento in cui, come ha precisato lo stesso management aziendale, viene loro chiesto un ulteriore impegno in previsione di un forte aumento della domanda di farmaci specifici”.

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...