Turismo, cultura e musica nei progetti siculo -azebaijani.

Uno degli obbiettivi da raggiungere e sostenere dopo la crisi mondiale a causa del covid-19, riguarda i viaggi culturali alla scoperta di paesi da conoscere e vivere. Stretti nella morsa della pandemia, a tutt’oggi non possiamo prevedere quando sarà possibile viaggiare all’estero e con quali modalità, tuttavia i paesi del mondo sono a lavoro per cercare le migliori soluzioni, che possano per lo meno garantire soggiorni all’estero ad hoc. Parliamo di turismo, soprattutto di tutte quelle opportunità che noi siciliani potremmo avere se viaggiassimo in Azerbaijan e viceversa. La promozione dell’ Azerbaijan come meta turistica ed economica, potrebbe essere per la Sicilia un nuovo paese da scoprire offrendo possibilità di scambi culturali, turistici, ed economici viste anche le affinità che legano i territori. Il Consolato onorario a Catania, promuove da sempre queste attività che sicuramente saranno oggetto di visite di delegazioni da e per l’ Azerbaijan.-“Auspichiamo che a breve si possano riprendere le visite e di costruire un ponte con la sicilia per azioni mirate al benessere di entrambi i paesi.”-così ha detto il Console onorario per la Sicilia,Domenico Coco al riguardo. Il governo Conte per far fronte alla crisi nel settore turistico nazionale, ha predisposto un bonus vacanza, pensato ai nuclei famigliari, alle coppie ed ai single, ovviamente con variazioni di cifra, cercando di ammortizzare la crisi nel settore. Visitare, la terra del fuoco, così chiamato l’Azerbaijan e invitare gli azerbaijani in Sicilia sarebbe un ottimo modo per conoscere tradizioni ed usanze, tipiche dei due territori… anche musicali. Samira Efendi cantante pop dell’Azerbaijan ha rappresentato il suo paese all’Euro festival 2020, contest canoro storico arrivato alla sua 65esima edizione, che quest’anno per scelta di tutti gli organizzatori, gli artisti hanno partecipato simbolicamente non decretando alcun vincitore, (sempre per il periodo di isolamento pandemico) non essendo stata svolta la gara vera e propria. Tuttavia, l’artista emergente che ha presentato un brano dal sound particolare e coinvolgente dal titolo:Cleopatra,(versione in lingua inglese) non è passata inosservata, oltre il suo talento indiscusso, la personalità e la grinta con la quale ha interpretato il pezzo, ne hanno decretato il successo di pubblico e critica. La musica, fa incontrare i popoli nel linguaggio universale dell’arte poetica e delle note, muse ispiratrici che in questo caso, ascoltando Samira, rievoca tutti quei suoni mediterranei tra la cultura araba e bizantina.
Oggi più che mai rialziamoci, pianifichiamo progetti e scambi culturali come quello tra i siciliani e gli azerbaijani, che possano essere un faro di gioia e speranza per tutti i popoli della terra.

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci