Strisce pedonali semi-cancellate in tutta la città di Catania, l’allarme lanciato dal comitato Romolo Murri

La situazione di dissesto del comune di Catania non può essere considerata una scusante per evitare di garantire la sicurezza dei pedoni in tutta la città. Il comitato Romolo Murri, attraverso il suo presidente Vincenzo Parisi, punta il dito contro le decine di strade, sparse in ogni quartiere del capoluogo etneo, che presentano le strisce pedonali, e il resto della segnaletica orizzontale, quasi completamente inesistente. Linee zebrate cancellate dall’azione del tempo, e dal continuo passaggio di mezzi o persone, senza mai essere state adeguatamente ripristinate. Ogni giorno migliaia di cittadini attraversano tante vie altamente trafficate rischiando di essere investiti. Una situazione estremamente rischiosa dove l’amministrazione deve intervenire prima che ci scappi la tragedia. Ecco perché è fondamentale un’opera di prevenzione. Lavori che non devono riguardare interventi circoscritti a poche selezionate vie ma, piuttosto, un’opera radicale che riguardi interi quartieri. Trincerarsi dietro le solite scuse, legate alla mancanza di fondi o al dissesto, per giustificare questa enorme carenza non è più tollerabile: ci troviamo di fronte ad una tematica importante come quella della sicurezza stradale appunto e, nello specifico, dell’incolumità dei pedoni. Parliamo di spese minime a fronte di una tematica vitale per il bene dell’intera città.

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci