Sospendere i pignoramenti presso terzi è urgente. I cittadini rischiano di essere iscritti tutti nei registri dei “cattivi pagatori”. CONSITALIA scrive al Presidente del Consiglio Dr Mario DRAGHI

Il Presidente Regionale dell’Associazione dei Consumatori d’Italia CONSITALIA (associazione costituita con atto pubblico in data 23-11-2009)  di riferimento alle numerose segnalazioni scritte ricevute da numerosi cittadini utenti consumatori riguardanti i diversi disagi causati dallo stato di crisi economica in cui versano migliaia di Imprese e Lavoratori, ha scritto al Signor Presidente del Consiglio dei Ministri e a tutte le Autorità Politiche  al fine di chiedere di voler intervenire con urgenza a sostegno dei salari e stipendi mediante la sospensione dei pignoramenti presso terzi fino al 31-12-2021.

Molti lavoratori utenti si trovano in CIGS , NASPI,  ecc.  e,  nonostante  tutto sono costretti ad affrontare tutte le spese giornaliere per il sostentamento, nonché al pagamento delle utenze, al pagamento delle spese sanitarie in adeguamento alle nuove emergenze ecc  con salari e stipendi ridotti.

I benefici di una nuova sospensione dei pignoramenti, così come aveva  fatto il “GOVERNO”  lo scorso anno con il “Decreto Rilancio”  è ritenuto  dai cittadini, una scelta utile ed efficace.

La  mancata  sospensione dei pignoramenti  rischia di produrre numerosi ulteriori disastri economici e sociali, oltre che un’ aumento smisurato di utenti che saranno segnalati presso tutte le centrale rischi e banche dati.

Occorre infine riabilitare tutte gli utenti che hanno subito segnalazioni in CRIF – CTC  e altre banche dati e centrali rischi.

Alfio Fabio Micalizzi
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci