Per sostenere i progetti di pulizia del mare e delle spiagge sostieni la Federazione Armatori Siciliani con un bonifico volontario al codice IBAN IT90V0617526201000000445380 intestato a “Federazione Armatori Siciliani” costituita con atto pubblico in data 15-07-1991.

SENEGALESE UBRIACO FERISCE I POLIZIOTTI E FINISCE IN CELLA

Nella notte tra sabato e domenica, LA Polizia di Stato ha arrestato il cittadino senegalese DIBA Cheiko Talibouya classe ’86, per i reati di resistenza, violenza, minacce e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Agenti delle volanti sono intervenuti in via Biondi, dove la Sala operativa aveva segnalato una lite in atto tra più persone; sul posto, i poliziotti hanno trovato un gruppetto di persone che discutevano animatamente tra loro che sono state invitate a calmarsi e ad allontanarsi dal posto in tranquillità.
Improvvisamente, si è avvicinato un uomo di colore, in evidente stato di ebbrezza alcolica, il quale ha assunto atteggiamenti provocatori nei confronti degli agenti, urlando contro di loro e cercando di venire allo scontro.
Visto che, nonostante ripetuti tentativi di farlo calmare, il soggetto non desisteva dal suo atteggiamento aggressivo, gli operatori gli hanno richiesto, senza esito, i documenti per l’identificazione. A quel punto, gli agenti lo hanno invitato a salire sulla Volante per condurlo in Questura per poterlo identificare, scatenandone, in tal modo, una resistenza tale da rendere difficoltosa l’operazione.
Giunto in Questura, il DIBA ha preso a minacciare gli operatori, andando in escandescenza, iniziando a mulinare calci e pugni contro gli agenti a cui ha procurato alcune contusioni ai poliziotti, che lo hanno bloccato con non poche difficoltà
A seguito di ciò, è stato arrestato e, su disposizione del PM di turno, trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del giudizio di convalida.
I due poliziotti hanno riportato contusioni giudicate guaribili in sei giorni.

 

aggiornamento:

In merito alla notizia di cui sopra , riceviamo una comunicazione di precisazione da parte dell’Avvocato del cittadino senegalese DIBA Cheiko Talibouya il quale comunica che” la procura ha contestato il reato di resistenza e di lesione”facendo quindi cadere quello di minaccia, il fatto che il soggetto fosse ubriaco pare che debba essere ancora appurato, inoltre “Il P.M. non ha richiesto l’applicazione di alcuna misura cautelare” fatto che è stato avallato anche dal Giudice, quindi è stato scarcerato .Da aggiungere anche che è un soggetto con un permesso di soggiorno regolare ed è incensurato, inoltre all’ospedale Cannizzaro gli sono stati applicati 4 punti di sutura per una ferita , come si vede dalla foto . Il processo inizierà il 28 Ottobre e li si saprà con certezza quello che è successo.

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci