“Sarde a Beccafico” alla Don Tano, ricetta tradizionale made in Sicily.

Pensando a cosa preparare a pranzo per la mia famiglia, mi viene voglia di pesce. Vado dal mio pescivendolo di fiducia e mi consiglia di acquistare le sarde. Io penso subito che è da tanto tempo che non mangio le “sarde a Beccafico” e dato che non mi ricordavo bene il procedimento chiedo a Don Tano catanesissimo pisciaru da generazioni, di suggerirmela. Bassissimo costo, zero lattosio, e per problemi di celiachia si sostituisce il pangrattato con la farina di mais.
La ricetta di Don Tano per 4 persone:

1 kg di sarde fresche deliscate
100 gr di pangrattato
15 gr di prezzemolo
sale fino e pepe nero q.b.
olio extra vergine d’oliva
pinoli e uvetta (a piacere) q. b.
1 cipolla.
aceto e zucchero.
Acciuga o pasta d’acciughe.

Procedimento.
Lavare delicatamente il pesce e metterlo a percolare in un colapasta, prendere una padella tagliare finemente la cipolla(bianca o calabrese) aggiungere l’olio evo e farla dorare: -“m’araccumannu alleggiu ca s’appigghia a cipudda!”- (a fuoco moderato altrimenti si brucia la cipolla)raccomanda Don Tano. Aggiungere il pangrattato e farlo tostare, quando manca poco aggiungere la pasta d’acciughe i pinoli l’uvetta(se piacciono) sale e pepe,un cucchiaino di zucchero e 10 ml di aceto di vino rosso per l’agrodolce. Alla fine mettere il prezzemolo.
-” M’arraccumannu na bedda arriminata e si scinni.”- consiglia Don Tano.
La ricetta vuole che siano fritte in padella, quindi chi le preferisce così le cuocerà in abbondante olio d’arachidi in una padella, si consiglia quest’olio perchè pur arrivando a temperature elevate non brucia ovvero non produce fumi nocivi. Il pisciaro mi dice però, che si possono fare anche al forno, cca fanu menu mali, infatti è solito dire nei dintorni di Bergamo:-” i Saddi a baccaficu o’ funnu boni ppò spitali!”-
Ritorniamo al procedimento.
Prendete una teglia in terracotta o ceramica mettere un filo d’olio evo sul fondo, prendiamo una sardina deliscata e mettiamo il preparato di pangrattato, adagiare il composto e chiudere con un’altra sardina, impanare con lo stesso preparato anche all’esterno ed adagiare sulla pirofila, così fino ad esaurirle. Mettere in forno a 200 gradi per ( 20/30 min circa dipende dal forno) servite tiepide e bon appetite.
Grazie Don Tano!

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci