Pusher nomade arrestato a Catania

Nel pomeriggio di ieri agenti della squadra volante di Catania hanno tratto in arresto un pusher con la caratteristica di essere “nomade”, infatti nel suo furgone Alessandro Di Bernardo  di anni 30 non solo svolgeva il commercio di droghe pesanti ma anche vi abitava.
La polizia notandolo che guidava contromano in pieno centro lo hanno fermato, e al successivo controllo si accertavano subito che era pregiudicato, senza patente di guida e inoltre aveva tentato di dare false generalità, a questo punto parte la perquisizione trovando un vero e proprio emporio di droghe; 39 grammi di hashish 34 monodose di anfetamine, 47 “tocchetti” di sostanza stupefacente di tipo chimico (acidi) e un bisturi intriso di sostanza stupefacente, utilizzato per il taglio dell’hashish.
All’interno del furgone, un vecchio Ford Transit allestito come un camper, oltre a tutto l’occorrente per abitarvi, è stata trovata un’arma bianca nascosta nel cruscotto.
Sono state rinvenute anche diverse banconote di diverso taglio, per un totale di 115 euro, presumibile provento dell’attività illecita.
Di Bernardo denunciato anche per i reati di false generalità e porto abusivo di arma bianca, su disposizione del Pm di turno è stato rinchiuso nelle camere di sicurezza della Questura, in attesa del giudizio direttissimo.
Sempre ieri , invece il personale delle Volanti ha arrestato per il reato di violenza sessuale Carmelo Zagarrio di 24 anni, il quale, nel corso di una serata danzante in una struttura balneare di Viale Kennedy, aveva tentato un approccio con una turista di nazionalità svizzera, mentre dalla discoteca stava facendo rientro al suo alloggio, nel camping attiguo.
Nonostante il rifiuto della donna che urlando ha iniziato a divincolarsi l’uomo ha continuato ad inseguirla ,raggiungerla e con al forza iniziava un lungo palpeggiamento , la donna però riusciva di nuovo a scappare e a chiamare le forze dell’ordine che con la descrizione accurata riuscivano a rintracciare l’uomo e arrestarlo quindi Zagarrio di origini agrigentine età 24 anni è stato ricondotto ad Agrigento agli arresti domiciliare dove attenderà al convalida del gip. Apprendiamo che la convalida  non è stata confermata.

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...