Processo a Matteo Salvini

Stamattina presso il tribunale di Catania ha avuto inizio il primo dibattimento nel processo contro Matteo Salvini, il quale contrariamente alle aspettative e arrivato intorno alle nove, per sequestro di persona per i fatti della nave Gregoretti carica di immigrati che fu fermata negandogli lo sbarco, quando lui era ministro dell’interno.
La zona del tribunale, presidiata dalle forze dell’ordine, è tutta bloccata, attraverso un rigido protocollo di sicurezza. Nei pressi del tribunale sin dal mattino erano già presenti vari supporters (pochi in verità)dello schieramento pro Salvini con le magliette che innegiavano l’ingiustizia di questo processo.
Discorso diverso invece in piazza Trento dove la sinistra antagonista e tutti i gruppi a essa collegata man mano che passava il tempo si faceva numerosa inscenando una protesta molto variopinta contro Salvini e la Lega in generalesa.
Gli umori delle piazze ovviamente erano contrastanti i salviniani ritengono che sia un processo ingiusto e che in caso di condanna sarebbe un atto politico per contrastare chi lotta per l’Italia, mentre il fronte opposto si ritiene che se c’è una magistratura onestà e pulita Salvini deve essere condannato mettendo fine alla politica razzista del lega.
La manifestazione della sinistra partendo da Piazza Trento si sposta fino alle transrnne di p.zza Verga, per poi sciogliersi.
Staremo a vedere come finirà questo processo atipico nella nostra Republica, che rischia per la prima volta nella storia di dare l’aureola di Santo ad un politico a prescindere dall’esito del processo, significa che il Governo e le forze di Maggioranza nel dare l’autorizzzione a procedere hanno creato un alibi a Salvini che grida alla persecuzione e gli Italiani sono molto sensibili ai martiri.


Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci