Nicolosi, piccola Atene della cultura post-moderna

In una sala strapiena di gente nel Palazzo comunale di Nicolosi si è svolto il nuovo appuntamento di “Etna in giallo”, la manifestazione organizzata dal Comune di Nicolosi e coordinata culturalmente dal giornalista Salvo Fallica. Invece del classico luogo della piazza centrale, l’agorà di Nicolosi, per via della pioggia il dibattito con il vescovo di Acireale, Antonino Raspanti (teologo, filosofo, e coordinatore del Cortile dei Gentili, una delle più importanti realtà culturali cattoliche del mondo ideata dal cardinal Ravasi) è stato realizzato in una sala del palazzo comunale fra dipinti e statue. Ed ancora una volta molto bella è stata la risposta del pubblico che per più di due ore ha seguito con grande attenzione un dibattito affascinante e suggestivo, che ha spaziato dalla filosofia alla teologia, dalla letteratura alla storia ed all’attualità. Un’analisi dei grandi temi teorici nel loro aspetto esistenziale, un connubio fra teoria e pratica ispirato ad una visione della cultura come vita concreta. In linea con la filosofia ispiratrice di “Etna in giallo” si è sviluppato un dibattito di alto livello, vivace e dinamico, al quale hanno dato un contributo importante nella veste di critici letterari inediti, il costituzionalista Agatino Cariola e l’artista-artigiano Barbaro Messina. Molte le autorità presenti, fra i quali il capitano dei carabinieri della Compagnia di Paternò, Lorenzo Provenzano, il sindaco di Pedara Antonio Fallica, la presidente del consiglio comunale di Paternò, Laura Bottino. Ed ancora docenti universitari, esponenti del mondo sociale e cattolico. Dopo l’introduzione di Salvo Fallica e gli interventi introduttivi del sindaco di Nicolosi Nino Borzì e dell’assessore alla cultura Stefania Laudani, è iniziato il dialogo-intervista con il vescovo Raspanti per la sezione speciale “Un personaggio si racconta”, Storie di libri, storie di vita. Il dibattito è partito dal libro intellettualmente autobiografico di Raspanti, “L’infinito nel cuore” (edito da “ernestodilorenzo”). Una riflessione cultural-esistenziale, filosofica, letteraria, religiosa, etica. Un dialogo ampio sui nodi cruciali della vita, della ragione, della fede, dell’anima, della realtà che ci circonda. Oltre agli interventi dei critici letterari inediti molte le domande e le osservazioni di persone del pubblico, nello stile originale di “Etna in giallo”, di dialogo e confronto continuo, che si richiama allo spirito della cultura greca, dell’agorà ateniese. Il sindaco di Nicolosi, Nino Borzì afferma: “E’ la dimostrazione ulteriore di come molta gente voglia seguire eventi culturali di alto livello, che siano capaci di spiegare divulgativamente, con linguaggio semplice ed efficace, grandi temi. E di come la gente voglia partecipare, essere protagonista della vita culturale. Siamo orgogliosi di aver creato un fenomeno di successo, di qualità culturale, che viene raccontato a livello locale, regionale e nazionale. E citato anche all’estero. Ribadisco che ogni aspetto culturale è curato dal coordinatore Fallica che opera in piena autonomia, noi mettiamo tutto il nostro impegno sul piano organizzativo e lo facciamo con passione intellettuale”. L’assessore alla cultura, Stefania Laudani sostiene: “Vedere tanta gente giungere da ogni parte della Sicilia è una vera e propria emozione. Spesso vengono a seguirci turisti del Nord Italia e concittadini di altri stati europei. Il fascino della manifestazione culturale, che riteniamo una delle punte di diamante della nostra ampia manifestazione estiva ‘Stelle & lapilli’, è davvero positivamente contagioso. In molti ci chiedono già del prossimo evento di ‘Etna in giallo’, che ricordo sarà il 21 agosto alle 20.30 con Pier Luigi Vercesi, direttore di ‘Sette’, magazine del ‘Corriere della Sera’, autore del bel libro ‘Ne ammazza più la penna’. E darà vita ad un dibattito su ‘Gialli, segreti e misteri del giornalismo italiano fra Otto e Novecento’.”

PROSSIMO EVENTO:

Venerdì 21 agosto, ore 20.30 (piazza centrale di Nicolosi, in caso di pioggia il dibattito si svolgerà all’interno del Palazzo comunale): dialogo con Pier Luigi Vercesi, giornalista e scrittore. Direttore di “Sette”, magazine del “Corriere della Sera”. Autore de “Ne ammazza più la penna”: “Gialli, segreti e curiosità della storia del giornalismo italiano” – Le vicende italiane fra Otto e Novecento rilette attraverso le storie professionali ed esistenziali di giornalisti…

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci