Nel palcoscenico più incantevole d’Italia Carmen Failla ha diretto l’Orchestra del Teatro Massimo Bellini

In una notte di piena estate sul palcoscenico più incantevole d’Italia l’Orchestra del Teatro Massimo di Catania ha presentato il primo di una serie di concerti all’insegna di “Bellezza, Belcanto, Bellini”.

Carmen Failla, sul podio, ha affrontato un repertorio a lei congeniale, già percorso nelle scorse stagioni: le colonne sonore di celebri film statunitensi. La sintonia tra direttore ed orchestra è stata subito palpabile e ottimo il risultato raggiunto.

Applausi per il primo violino, il maestro Vito Imperato, che con l’assolo di Schindler’s List, ha saputo coniugare il suo temperamento sonoro mediterraneo, dolce e nostalgico, con lo struggimento e il dolore per la patria perduta, espresso dalla parola tedesca heimweh, un termine che connota l’universo esistenziale della sensibiltià yiddish.

Le notissime composizioni di Frederick Loewe, Raymond Barry, Klaus Badelt, Ennio Morricone (a cui è stato tributato un bis in memoriam), Alan Silvetri, Henry Mancini e John Williams hanno dimostrato l’importanza di questo genere musicale: le colonne sonore assecondano e sottolineano le trame dei film, il carattere piscologico dei personaggi, la tensione emotiva generata delle situazioni; in fondo, ma molto in fondo, la stessa funzione che prima dell’invenzione del cinematografo avevano avuto le musiche per le opere liriche e i drammi teatrali.

Il repertorio presentato al Teatro Antico di Taormina era congeniale al luogo: su questo palcoscenico hanno calcato passi divi star e starlette del cinema, soprattutto nei fulgidi anni Cinquanta, quando l’Italia era considerata il paradiso per i turisti e Taormina era la perla della Sicilia. E tale è rimasta: molti “forestieri” hanno assistito al concerto, che si è concluso con l’arrivo in scena di figuranti in costume Star Wars, una “uscita” che nelle intenzioni voleva essere popolare, ma che forse si è rivelata kitsch.

Il prossimo appuntamento con il Teatro Massimo Bellini è per mercoledì 29 luglio, al Cortile Platamone di Catania, alle ore 21.

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci