Mazara del Vallo: i 18 pescatori ancora in stato di fermo dalle autorità libiche.

Cresce la paura per la sorte di 18 nostri connazionali pescatori, facente parte della Marineria di Mazara del Vallo in provincia di Trapani. A tutt’oggi non si sa quando potranno ritornare a casa: il Presidente della Federazione Armatori Siciliani, Fabio Micalizzi ha voluto inviare una lettera alle autorità nazionali e territoriali:
Al Prefetto c/o Ufficio Territoriale del Governo di Trapani
Al Prefetto c/o Ufficio Territoriale del Governo di Catania
Al Presidente della Regione Siciliana
Alla Direzione Marittima c/o Capitaneria di Porto
All’Assessore Regionale Agricoltura e Pesca
p.c. Al Questore
p.c. Comando Carabinieri

In questo documento, il Micalizzi ha espresso preoccupazione per i 18 pescatori, sottolineando che in questo caso la tutela dei nostri connazionali, è fondamentale.
Egli ribadisce e chiede alle istituzioni dalla Regione Siciliana, al nostro ministero degli esteri ed a tutti i rappresentanti dello Stato, di intervenire affinchè questa situazione si possa risolvere al più presto e nella migliore delle conclusioni.
Il Presidente inoltre ha ribadito che, non esiterà a chiedere l’intervento della Comunità Europea se non si riuscisse a livello territoriale o nazionale a risolvere nel più breve tempo possibile la questione.
La comunità delle Marinerie, la Federazione e tutto il paese esprimono vicinanza solidale alla famiglia dei 18 pescatori, augurando loro che possano riabbracciare i loro cari.

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci