Maxi retata del Comando Provinciale dei Carabinieri diCatania

 

Su delega della procura distrettuale 200 militari dell’arma hanno dato esecuzione nella mattinata di oggi a 36 ordinanze di custodia cautelare, emesse da G.I.P del Tribunale di Catania per i reati di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio e traffico di sostanze stupefacenti.
L’’indagine coordinata dalla D.I.A di Catania con la collaborazione della compagni dei C.C. di Fontanarossa inizia nel gennaio del 2016 trae origine da servizi di osservazione a distanza, servizi di intercettazione e riscontri su strada che permettevano di accertare la frenetica attività di una florida piazza di spaccio di sostanze stupefacenti sita nel quartiere Librino, all’interno del complesso residenziale del Viale Biagio Pecorino nr. 3.
I collaboratori di giustizia poi hanno permesso di collocare la “piazza di spaccio” all’interno della criminalità organizzata Catanese che faceva capo a Rosario LOMBARDO, “uomo d’onore” di Cosa Nostra e personaggio di spicco della famiglia mafiosa SANTAPAOLA già responsabile, sino al momento del suo ultimo arresto, lo scorso luglio, di tutte le piazze di spaccio del clan.
Consentendo inoltre di scoprire la struttura gerarchica piramidale degli associati dove ogniuno aveva dei compiti ben precisi.
In questa maniera l’attività di spaccio era costante quasi h24, con un sistema di sicurezza che in caso di intervento di P.G. questi non avrebbero recato eccessivo danno. Il sistema era cosi composto: n. 3 vedette che coprivano l’area, il compratore si rivolgeva al pusher il quale ricevuto al somma comunicava al “collega” in posizione sopralevata di “calare” con una corda la dose che andava direttamente al compratore.
L’esecuzione dell’odierna ordinanza ha condotto alla totale disarticolazione dell’organizzazione che gestiva la piazza di spaccio del V.le Biagio Pecorino, primaria fonte di reddito per il gruppo riconducibile a Saro LOMBARDO e oggi, di fatto, cancellata dalla mappa delle aree di spaccio del quartiere Librino di Catania. Di seguito alcuni degli arrestati.

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci