L’ex Senatrice Ornella Bertorotta scagionata dalla triste vicenda giudiziaria “assolta perché il fatto non susssite”

Pubblichiamo per dovere di cronaca e per soddisfazione personale la notizia della piena assoluzione dalle accuse che avevano colpito la Sen. Bertorotta del M5S.

Nell’esprimere il pieno compiacimento per la felice soluzione,provo invece profondo rammarico per la vicenda in sé e per il tempo trascorso per il raggiungimento della verità.
La Senatrice Bertorotta ritirandosi anche se non era tenuta a farlo, scelta che rispecchia coerentemente il suo essere, dalla competizione elettorale del marzo 2018, ha avuto un danno non solo economico ma soprattutto d’immagine dato che l’ accusa è stata riportata a gran cassa, mi chiedo chi la ripaga? È mai possibile che per accertare la verità si debba attendere oltre un anno? Se va bene ovviamente. Nel l’attesa che qualcosa cambi in tal senso la redazione di Metro ct si complimenta con Ornella Bertorotta pubblicando per intero il post della sua pagina ufficiale di Facebbok dove dà la notizia.

Oggi è un gran giorno. Fare politica diversamente è possibile.
Sono stata assolta con formula piena.
Un anno fa sono stata raggiunta da un avviso di garanzia, il giorno prima della “chiusura delle liste”. Ero in lista al Senato, candidata. Ho chiamato Luigi Di Maio e Giancarlo Cancelleri per rinunciare alla candidatura.
È stata una mia decisione. Oggi sarei Senatrice, poco importa. Io sono una persona onesta, precisa, di cuore, ho sempre fatto tutte le mie scelte nell’interesse del mio Paese, dell’Italia e della Sicilia. Anche stare nel Movimento per me è fare gli interessi dell’Italia, un Paese che ha un bisogno disperato di cambiamento. Ho fatto questa scelta per coerenza con i valori per cui dieci anni fa ho aderito al 5 stelle.
Ho sempre detto che per me la politica è un servizio. La politica deve aiutare soprattutto i più deboli: se sono stata coinvolta in questa vicenda è perchè ho pestato i piedi sbagliati nel tentativo di denunciare il business dell’immigrazione quando non fa accoglienza ma quando usa persone deboli come merce umana. Anche grazie ad una mia visita ispettiva quel centro d’accoglienza che vendeva l’umanità per il denaro è stato chiuso. Per questo sono stata denunciata ingiustamente e di seguito indagata. Sono stata diffamata. Da oggi è ufficiale.
Avevo dato fastidio e lo rifarei.
Questo, però, non è il tempo del rancore, questo è il tempo dei grazie: ringrazio la magistratura per il suo lavoro impeccabile, noi 5 stelle la rispetteremo e difenderemo sempre.
Ringrazio i miei avvocati. Ringrazio la mia famiglia splendida: mi avete sempre sostenuta e non avete mai avuto dubbi sull’integrità della vostra Ornella. Ringrazio tutti i miei amici.
Mi avete dato forza.
Domani parto, vado a Milano un paio di giorni perché mia figlia Flavia si laurea.
Non sarà troppa felicità in una settimana sola?

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

Proposte editoriali

Sulle rive del Mare Chazaro

5 Mar di Suzana Glavaš

La linea della fertilità

Tesori nascosti di casa nostra

Il Diritto a portata di mano

Annunci