Invecchiare

di Matteo Licari

Non è facile accettare d’invecchiare. Accettare un corpo diverso, una nuova pelle e le sue rughe.
Occorre guardare andar via la giovinezza senza mortificarla in una nuova età che non le appartiene,
occorre far la pace con il respiro più corto, con la lentezza del recupero della forma dopo gli stravizi.
Prendersi cura delle giunture, delle arterie. Accettare i capelli bianchi all’improvviso che prendono il posto dei grilli per la testa. Bisogna farsi nuovi ed amarsi in una nuova stagione, reinventarsi, continuare ad essere curiosi, ridere e spazzolarsi i denti per farli brillare come se il tempo non fosse passato. Bisogna coltivare l’ironia, ricordarsi di sbagliare strada, scegliere con cura gli altri umani con cui condividere il cammino, allontanarsi dal sé, ritornarci, cantare, canzonare i paurosi e stare nudi con fierezza. Scacciare l’illusione di ridurre la distanza dalla giovinezza. Invecchiare come se si fosse vino, profumando e facendo godere il palato, senza abituarlo agli sbadigli. Bisogna camminare dritti, saper portare le catene, parlare in altre lingue, detestarsi con parsimonia. Non è facile invecchiare, morire è peggio; e ci sono ancora tantissime cose da imparare.

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Il Libro

Proposte editoriali

Sulle rive del Mare Chazaro

5 Mar di Suzana Glavaš

La linea della fertilità

Tesori nascosti di casa nostra

Paternò: Festival letterario.

3 Ott di Patrizia Orofino

Spaghetti alla “Ognina.”

21 Ago di Patrizia Orofino

Scacciata estiva, perchè no?

2 Ago di Patrizia Orofino

A’ pasta ncasciata alla messinese.

25 Lug di Patrizia Orofino

Il Diritto a portata di mano

Annunci