Per sostenere i progetti di pulizia del mare e delle spiagge sostieni la Federazione Armatori Siciliani con un bonifico volontario al codice IBAN IT90V0617526201000000445380 intestato a “Federazione Armatori Siciliani” costituita con atto pubblico in data 15-07-1991.

Il Consiglio di Stato si pronuncia in materia di valutazione delle pregresse vicende professionali dichiarate dal concorrente ai fini dell’ammissione o esclusione dalla gara.

Il provvedimento con il quale una stazione appaltante ammette alla gara un concorrente ritenendo non rilevanti a tal fine le pregresse vicende professionali da questi dichiarate non richiede in linea di massima un’analitica motivazione in proposito, ma è correttamente e congruamente motivato anche con il fatto stesso dell’ammissione, dato che in questo caso la motivazione si desume per implicito e si identifica con l’adesione alle controdeduzioni sul punto del concorrente stesso.

Un’espressa e puntuale motivazione, preceduta se del caso dalla necessaria istruttoria, si richiede invece nel provvedimento di ammissione pronunciato ove vi sia contestazione sul punto da parte degli altri concorrenti ovvero in presenza di vicende professionali pregresse di evidente particolare rilevanza.

Un’espressa e puntuale motivazione si richiede altresì per il provvedimento di esclusione, che deve spiegare perché un presunto illecito professionale si sia ritenuto esistente e tanto grave da escludere l’affidabilità del concorrente.

Non è determinante nel senso dell’esclusione il fatto che determinate circostanze siano state considerate giusta causa a tal fine da altra stazione appaltante.

Alfio Fabio Micalizzi
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci