Per sostenere i progetti di pulizia del mare e delle spiagge sostieni la Federazione Armatori Siciliani con un bonifico volontario al codice IBAN IT83L0538726201000047571528 intestato a “Federazione Armatori Siciliani” costituita con atto pubblico in data 15-07-1991.

Gli insegnati discriminati dalla “buona scuola di Renzi” in corteo

Stamattina si è svolta una manifestazione con corteo, lungo via Etnea fino alla Prefettura di Catania da parte di tutti quegli insegnanti vittime della cosidetta “buona scuola”. Una manifestazione dove nessuna OO.SS Confederale o autonoma era stata invitata, in pratica centinaia di insegnati i quali dopo decine di anni di precariato a Catanio o provincia sono stati mandati ad inseganre al Nord mettendoli di fronte ad un ricatto; o il trasferimento lasciando affetti e famiglia, oppure il licenziamento. Ovviamente si è optato per la prima prposta con la speranza che entro poco tempo, tramite la mobilità, si poteva avere un riavicinamento, dato che le cattedre erano rimaste vuote. Nulla di tutto ciò ! con la buona scuola di Renzi si è preferito trasferire i precari al Nord per dare spazio a nuovi precari al sud, semplice. E’ una protesta autonoma quella di stamattina degl insegnati che si sentono traditi sia dal Governo che dai Sindacati i quali” tacitamente hanno ancora una volta con il nuovo contratto accettato il blocco della mobilità a favore di nuovo precariato”.

Sorry! The Author has not filled his profile.

2 Comments

  • 28 Dicembre 2017 @ 19:36 Gil Dim says:

    Il ritorno in Sicilia di circa 8.000 docenti (dicasi ottomila) rappresrnterebbe un contratto di lavoro srnza nesdina spesa per la Rrgione Sicilia e farrbbe PIL per una Sicilia che ne ha tantp bisogno.

Lascia un commento

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci