Per sostenere i progetti di pulizia del mare e delle spiagge sostieni la Federazione Armatori Siciliani con un bonifico volontario al codice IBAN IT90V0617526201000000445380 intestato a “Federazione Armatori Siciliani” costituita con atto pubblico in data 15-07-1991.

Catania esempio di carenza di ordine e sicurezza a seguito scarsa educazione civica

Il Presidente Regionale dell’Associazione dei Consumatori d’Italia Consitalia (organizzazione sindacale costituita per la difesa degli utenti  con atto pubblico in data 23-11-2009), di riferimento ad una serie di segnalazioni ricevute, ha scritto al Prefetto di Catania e al Questore di Catania per chiedere maggiore tutela ai cittadini utenti consumatori, visto che la politica a Catania, sembrerebbe avere fallito visto il degrado e l’abbandono in cui versa l’intera comunità.

Le lamentele maggiori denunciate dall’utenza riguardano: 

  1. Parcheggio selvaggio in molte aree della città dove addirittura si registrano “invasioni / occupazioni” di intere carreggiate / corsie, spesso mai punite / sanzionate con attività di polizia municipale e/o quant’altro previsto dalle norme vigenti in materia;
  2. Presenza di bici e moto elettriche, monopattini e altri mezzi  in zone pedonali che marciano a forte velocità anche tra i pedoni (ad esempio in piena Via Etnea – mostrando una brutta immagine ai turisti e vacanzieri);
  3. Zone dove si registra il parcheggio selvaggio soprattutto in orari di pranzo e/o cena, dove è palese l’assenza di interventi correttivi;
  4. Gente che viaggia con moto, auto, camion, bus oltre che senza assicurazione, revisione, cintura di sicurezza, con evidenti emissioni di fumi e  scarichi non a norma altamente inquinanti, spesso incontrollati e indisturbati, vista l’assenza e/io carenza di posti di blocco e/o attività di monitoraggio e controllo;
  5. In città si può assistere oltre alla sosta selvaggia in punti delle volte pericolosi come ad esempio in prossimità di incroci, di curve, sopra le strisce pedonali, in mezzo alla strada, ecc , anche alla occupazione di suolo pubblico per lo svolgimento di attività commerciali per qualunque tipo di prodotto, ecc;
  6. Assenza di politiche utili a sostenere le imprese commerciali che subiscono il commercio abusivo e/o concorrenziale con metodi anomali, e/o molte attività che da anni svolgono attività senza rilasciare scontrini e/o fatture, ecc.;
  7. Si registra la presenza di numerosi punti di ritrovo per giovani dove si assiste a fenomeni di bullismo, consumo di droghe e alcool, disturbo alla quiete pubblica, atti vandalici, ecc.;
  8. Assenza di politiche utili a diffondere EDUCAZIONE CIVICA ;
  9. ASSENZA DI POLITICHE UTILI A SOSTENERE I COMMERCIANTI CHE OPERANO IN ZONE DOVE SI REGISTRANO FENOMENI DI PARCHEGGIO SELVAGGIO (MOLTE ATTIVITA’ SENZA IL POSTEGGIO SELVAGGIO RISCHIANO DI CHIUDERE MA, PER QUESTO NON SI PUO’ TOLLERARE SENZA PREVENZIONE, PROGRAMMA, FUTURO);
  10. Molte strade e marciapiedi sono sprovvisti dei requisiti minimi previsti dalla legge in materia di sicurezza, visto che sono carenti di segnaletica stradale verticale e orizzontale, di illuminazione pubblica, con il manto stradale non a norma, sconnesso, pieno di buche e rattoppi, carenti di illuminazione pubblica, tombini intasati e/o pericolanti, corsie invase da parcheggio selvaggio, cosi come i marciapiedi utilizzati da moto e scooter come area parcheggio (fenomeno poco attenzionato dagli organi di controllo), ecc. ;
  11. Molti cittadini rispettosi delle regole, con molta educazione civica in questa città, si sentono poco rappresentati, soprattutto negli ultimi anni;
  12. Ecc. ecc. .

I cittadini Catanesi onesti sognano una città più pulita, con abitanti più rispettosi delle regole e con una buona dote di educazione civica, che purtroppo oggi sembra scarseggiare a qualunque livello sociale.

Alfio Fabio Micalizzi
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci