Catania.Edificio privato a rischio crollo, Asia Usb chiede l’immediato intervento delle autorità competenti

Da oltre un anno come ASIA, l’Associazione Inquilini e Abitanti dell’USB, attraverso denunce fotografiche e dettagliati comunicati, diamo voce agli abitanti del quartiere Barriera di Catania preoccupati per la situazione di crescente pericolo, per la incolumità dei passanti e della viabilità, determinato da un edificio privato abbandonato, sito al numero civico 107 di via Del Bosco, edificio con visibili crolli interni ed esterni. In questi giorni, mentre Catania è in stato d’emergenza meteo ed è flagellata da un interminabile diluvio, alcuni abitanti del quartiere Barriera ci comunicano di aver sentito forti boati provenienti dall’interno dell’edificio in questione.
Non è la prima volta che ciò accade , infatti come ASIA USB abbiamo chiesto piu volte l’intervento urgente dell’assessorato comunale alla Protezione Civile, per constatare la portata del pericolo e per mettere in sicurezza l’area interessata. Nel mese di febbraio scorso con una “Ordinanza Direzionale”, il Comune di Catania aveva attivato il Servizio Protezione Civile avente come “oggetto l’edificio in stato di abbandono sito in via del Bosco 107 per verificare e messa in sicurezza delle strutture murarie”. Il Personale del Servizio Protezione Civile aveva effettuato un sopralluogo nell’edificio in stato di abbandono, constatando  “lo stato di totale degrado e di potenziale rischio crollo di elementi della struttura in muratura , evidenziando lesioni nelle strutture murarie perimetrali, crollo di un tratto di copertura, dissesti generalizzati alle strutture murarie (“in particolare crollo di un tratto delle strutture murarie di coronamento lato nord adiacente un’area adibita a parcheggio e a un fabbricato terreno ivi ubicato”) e distacchi di intonaci di rivestimento e qualche lesione si evidenzia nel muro di recinzione”. A questo punto, considerato “che sussistono gravi motivi che minacciano la pubblica e /o privata incolumità”, la Protezione Civile decideva che “occorre procedere a lavori di messa in sicurezza, nonché provvedere alla sistemazione delle aperture per inibire l’accesso agli estranei all’interno del fabbricato”. Di conseguenza, al proprietario del fabbricato in questione, il Comune aveva ordinato di “procedere immediatamente” per mettere in sicurezza l’immobile.
INVECE, AD OGGI 28 SETTEMBRE 2021, IN PIENA EMERGENZA METEO  ROSSA, CONSTATIAMO CHE L’IMMOBILE NON È MAI STATO MESSO IN SICUREZZA!
Pertanto, CHIEDIAMO l’intervento immediato della Prefettura, del Comune di Catania e della Protezione Civile per mettere subito la zona interessata dall’immobile in questione in sicurezza.
In questi giorni tre vite sono state spezzate dalla furia delle acque piovane, non è possibile mettere a rischio altre vite per un edificio già considerato pericoloso dalla stessa Protezione Civile.

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci