Catania comune plastic free. Mozione del M5s.

I consiglieri comunali del M5s chiedono, in una mozione protocollata oggi, prima firmataria Valeria Diana, di vietare la commercializzazione e l’utilizzo di buste in polietilene e contenitori e stoviglie monouso non biodegradabili.
La Commissione Europea, nell’ottica di un’economia più circolare, il 16 gennaio 2018 ha adottato la prima strategia sulla plastica, che tende a proteggere l’ambiente dall’inquinamento: tutti gli imballaggi di plastica sul mercato dell’UE dovranno essere riciclabili entro il 2030 e l’uso di sacchetti monouso dovrà essere limitato, creando così anche nuove opportunità di investimento e di lavoro.
Le Pubbliche amministrazioni, per legge, sono obbligate a ridurre la quantità di rifiuti e a favorire il recupero di energia e risorse. In Italia, dopo l’introduzione dei sacchetti biodegradabili per frutta e verdura, sarà vietato utilizzare microplastiche nei cosmetici. Tale divieto sarà man mano esteso anche ad altri prodotti.
I comuni plastic free, nel nostro paese, sono 23, di questi ben 11 si trovano in Sicilia, regione più virtuosa. Alla luce di tutte queste considerazioni, i consiglieri comunali chiedono al sindaco Pogliese e alla sua giunta di far sì che anche Catania diventi un comune virtuoso plastic free, emanando un’ordinanza che impegni tutti gli esercenti del territorio comunale ad utilizzare o distribuire sacchetti o materiale esclusivamente biodegradabili e compostabili. Limitazione che deve essere estesa anche in occasione di feste pubbliche o sagre, vietando di distribuire a visitatori e turisti qualsiasi tipo di materiale in plastica.

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...

Il Libro

Proposte editoriali

Sulle rive del Mare Chazaro

5 Mar di Suzana Glavaš

La linea della fertilità

Tesori nascosti di casa nostra

Il Diritto a portata di mano

Annunci