Bufera sul caso Siri, M5S contro Salvini: Parla come Berlusconi

Il caso Siri continua a dividere il governo. Matteo Salvini: I processi si fanno nei tribunali. M5S: Parla come Silvio Berlusconi.

Nonostante gli appelli e i richiami del premier Giuseppe Conte, Matteo Salvini e Di Maio, ma più in generale Lega e Movimento Cinque Stelle, continuano a discutere animatamente sul caso legato ad Armando Siri. Matteo Salvini sul caso Siri: I processi si fanno nei tribunali e non sui giornali o in Parlamento Intervenuto ai microfoni di Rtl, il leader della Lega è tornato a commentare le discussioni sul sottosegretario del Carroccio, al centro di un’indagine per corruzione con possibili risvolti in campo mafioso. “I processi si fanno nei tribunali e non sui giornali o in Parlamento. Se invece decidiamo che uno si alza la mattina e dice questo è colpevole e questo no, questo è antipatico e questo è simpatico, allora chiudiamo i tribunali e diamo in mano a qualche giornale la possibilità di fare politica“. “Non faccio il giudice o l’avvocato e non ho gli elementi, dico solo che non è da paese civile che ci siano sui giornali fatti non a conoscenza degli indagati né dagli avvocati”.

Dura la reazione del M5S che paragona Salvini leader della Lega a Silvio Berlusconi. “Anche Berlusconi diceva che i processi non si fanno in parlamento o sui giornali. E mentre lo diceva, accomodandosi sulla lunghezza dei processi, continuava a mangiarsi il Paese. Dispiace che anche Salvini la pensi allo stesso modo. Non è questione di dove si fanno i processi, a nostro avviso, ma questione di opportunità politica”.

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci