Aci Castello: lavori in corso per il collettore con ruspe che ruotano tra le automobili in corsa

Il Presidente Regionale dell’Associazione dei Consumatori d’Italia CONSITALIA (associazione costituita con atto pubblico in data 23-11-2009), di riferimento ad una serie di segnalazioni ricevute da automobilisti, utenti dei lidi, lavoratori e residenti nel territorio del Comune di Aci Castello, i quali denunciano l’assenza di vigili urbani e/o tutori dell’ordine utili a vigilare su potenziali pericoli riguardanti  la sicurezza  delle persone a seguito dei lavori in corso relativi alla realizzazione di quanto previsto dal progetto che ha ottenuto diversi milioni di euro per la realizzazione del collettore fognario utile a ridurre e/o eliminare l’inquinamento nelle acque del mare frequentato da numerosi bagnanti che arrivano sia dal territorio locale, che da quello regionale, nazionale, europeo ecc, flusso utile a portare sviluppo economico e lavoro, ha scritto una  nota al Sindaco del Comune di Aci Castello, al Presidente del Consiglio Comunale, a tutti i Consiglieri Comunali da valere come denuncia cautelativa, utile a tutelare gli utenti consumatori.

La nota è stata inviata per conoscenza pure al Signor Prefetto, al Signor Questore, al Signor Comandante dei carabinieri di Aci Castello e al Comandante della capitaneria di Porto di Catania.

CONSITALIA

c h i e d e :

  • Di essere informata, quindi di sapere se effettivamente, il Cantiere all’ aria aperta, presente in Via Antonello da Messina – 95021 Aci Castello (CT) – ora nei pressi del Lido Esagono – rispetta le più elementari norme sulla sicurezza;
  • Di essere informata, quindi di sapere se “effettuare dei lavori all’aria aperta” in prossimità di stabilimenti balneari, in piena stagione estiva, senza la vigilanza di forze dell’ordine e/o Polizia Municipale è consentito dalla Legge e/o dal Sindaco e/o regolamenti comunali, dunque da ritenersi “a norma”;
  • Di essere informata sulla regolarità dei lavori fino ad ora eseguiti, e, quindi, tutte le opere sono state realizzate così come da progetto approvato, i materiali utilizzati, i macchinari utilizzati, i tempi ecc sono rispettati, così come previsto dai contratti ecc.;
  • Di essere informata sulle eventuali irregolarità riscontrate in occasione dei lavori svolti e/o anomalie segnalate da chi esegue i lavori e/o da chi verifica l’effettiva validità dei lavori fino a qui eseguiti, nonché di sapere quando sarà ripristinato l’intero manto stradale che ha subito danni a seguito lavori svolti e/o non è conforme e,  presenta avvallamenti, fosse, irregolarità ecc..

Il Presidente dell’ associazione dei consumatori ha comunicato inoltre al Signor Sindaco del Comune di Aci Castello e al Signor Presidente del Consiglio Comunale che, in assenza di riscontro, nei modi ed entro i termini previsti dalla normative vigenti, si riserva di presentare istanza di accesso agli atti ai sensi della Legge 241/90, nell’occasione ha eletto domicilio digitale presso PEC sviluppoeconomicoelavoro@pec.it    e/o domicilio legale presso lo Studio Legale dell’Avv.to Francesco Silluzio sede di Catania Via E. D’Angiò n. 2 – 95123 Catania.

Alfio Fabio Micalizzi
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Migdalor/Faro – Rubrica di Ebraismo

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Il Libro

La linea della fertilità

Annunci