Il Sessantotto, mezzo secolo dopo: è il l tema del seminario che si terrà il 26 e 27 giugno a Taormina

TAORMINA – Taobuk, il festival internazionale del libro di Taormina, che giunge nel 2018 all’ottava edizione dedicata al tema Rivoluzioni, si propone di approfondire e intensificare le relazioni con le Scuole e le Università del territorio, non solo diffondendo il programma delle iniziative previste, ma anche proponendo peculiari modalità di coinvolgimento e opportunità formative per gli studenti. L’obiettivo è di attirare giovani e giovanissimi a vivere un’esperienza variegata e innovativa. In questa visione, avvalendosi del sostegno e della collaborazione della Fondazione Oelle e dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, il Festival ospiterà nelle giornate di martedì 26 e mercoledì 27 giugno un seminario del prof. Giuseppe Gembillo dell’Università degli Studi di Messina, dal titolo Rivoluzione, democrazie e libertà a 50 anni dal Sessantotto.
Come sottolineano in una nota congiunta gli organizzatori: «Auspichiamo per questo seminario la più larga partecipazione, anche in vista di un “concorso” che coinvolgerà quei giovani che si sentiranno particolarmente sollecitati dalle tematiche affrontate. Coloro che abbiano frequentato assiduamente il seminario, aggregandosi gli uni agli altri come in un campus, potranno infatti inviare entro una data da stabilirsi, a qualche settimana dal seminario, un elaborato che sviluppi un personale punto di vista a partire dal tema, in relazione ai propri interessi e al proprio vissuto».
Gli elaborati più originali saranno premiati con borse di studio (modalità, entità delle borse e loro numero saranno definiti a breve), mirate a finanziare un viaggio di studi a Napoli (previsto per il 28 settembre nel pomeriggio), che avrà come fulcro una visita guidata dal prof. Arturo Martorelli, a Palazzo Serra di Cassano, sede dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, dove sarà organizzata anche una lezione dal titolo “La Rivoluzione napoletana del 1799. Avvenimenti e personaggi” a cura della prof.ssa Antonella Orefice (direttore responsabile del Nuovo Monitore Napoletano).
Il progetto è stato subito accolto con grande entusiasmo dalle Scuole del territorio. Tra gli Istituti che hanno aderito all’iniziativa: il Liceo Scientifico Galileo Galilei (Catania), l’Istituto Convitto Cutelli (Catania), l’Istituto Brunelleschi (Acireale), il Liceo Classico Gulli e Pennisi (Acireale), il Liceo Classico Nicola Spedalieri (Catania), il Liceo  Classico Mario Cutelli (Catania), l’Istituto Trimarchi (Santa Teresa).
La proposta del seminario e del concorso ha un valore sperimentale ed è pensato come nucleo germinativo di un più vasto programma da realizzare già a partire dai prossimi mesi.

Redazione Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

WordPress spam blocked by CleanTalk.

Ti potrebbe anche interessare...

I Samaritani

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano

Il lato oscuro di musica e letteratura

Proposte editoriali

Sulle rive del Mare Chazaro

5 Mar di Suzana Glavaš

La linea della fertilità

Tesori nascosti di casa nostra

Il Diritto a portata di mano

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano