SEQUESTRATI BENI MOBILI E IMMOBILI AD UN AFFILIATO DEL CLAN CAPPELLO PER 41 MILIONI DI EURO

 

Durante la conferenza stampa avvenuta stamattina la Questura di Catania ha dato notizia di un’esecuzione di un decreto di sequestro di beni disposta dal tribunale di Catania – sez. misure cautelari- nei confronti di Michele Guglielmino anni 48 pregiudicato facente parte della cosca “Cappello- Bonaccorsi”, il sequestro comprende immobili, beni mobili e aziende che operano nel campo della grande distribuzione, nello specifico:
13 supermercati con il marchio G.M, un distributore di Carburanti, terreni edificabili, ville automobili, conti correnti per un valore di 250,00€ .
Michele Guglielmino detto “ Michele de gesa” è ritenuto un soggetto socialmente pericoloso, attivo nel traffico degli stupefacenti e come si desume dalle attività investigative supportate dalle dichiarazioni di numerosi pentiti  facente parte del clan Cappello.
Proprio questa sua affiliazione gli ha permesso d’inserirsi nel mercato della grande distribuzione di generi alimentari, grazie a ciò si poteva ripulire il denaro frutto di attività illecite.
Il Guglielmino era già stato sottoposto a misura di prevenzione personale come sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno nel 2008 e alla libertà vigilata nel 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Samaritani

I Samaritani

2 Giu di Claudio Shamoowwel Schillaci

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano

Il lato oscuro di musica e letteratura

Proposte editoriali

Sulle rive del Mare Chazaro

5 Mar di Suzana Glavaš

La linea della fertilità

Tesori nascosti di casa nostra

Il Diritto a portata di mano

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano