San Gregorio, nuovo regolamento per rete fognaria e depuratori

SAN GREGORIO – È stato approvato, nell’ultima seduta consiliare, il nuovo regolamento sui depuratori e sui servizi di fognatura. Il vecchio regolamento, che per anni ha fatto molto discutere, era stato presentato dall’amministrazione precedente con una delibera carente di pareri tecnici, quindi «non conforme né presentabile».
Grazie alla determinazione del sindaco, Carmelo Corsaro, che si è avvalso del supporto tecnico dell’ing. Vito Mancino, il regolamento è stato portato in consiglio riveduto e conforme alla nuove norme vigenti.
«Non potevamo – ha dichiarato il primo cittadino – lasciare in sospeso questo importante punto facente parte dell’agenda della nostra Amministrazione. Da anni si è parlato del depuratore delle Ville del Poggio e i cittadini della zona sud volevano una risposta certa: quella che abbiamo dato».
«Abbiamo regolamentato un equivoco normativo esistente dal 1976 sui sistemi fognanti realizzati nel nostro paese, a tutela dei cittadini ed a tutela dell’ambiente – ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici Ivan Albo -. Ma abbiamo anche così creato lo strumento e le premesse necessarie per definire un contenzioso complesso e mai da nessuna Amministrazione prima di noi definito e che, siamo ottimisti, potrà a breve trovare una strada lineare verso la risoluzione.
«Questo regolamento – ha continuato il Vice Sindaco Albo – costituisce un’altro tassello verso la normalità cui abbiamo portato questo Comune in appena 4 anni di duro lavoro amministrativo e politico. Lavoriamo instancabilmente da sempre e mai, come molti, solo sotto elezioni perché l’obiettivo è consegnare ai cittadini un fatturato politico e amministrativo già visibile in questi anni a San Gregorio e non solo fumo negli occhi per gli elettori».
Per il presidente del Consiglio comunale, Salvo Cambria «Questa amministrazione si è fatta carico di risolvere l’annoso problema – ha detto Cambria – presentando un regolamento conforme studiato dalle commissioni e portato in Consiglio corredato di tutti i pareri che lo rendono efficace. E’ giusto informare la cittadinanza – ha sottolineato Cambria – che proprio coloro che propagandavano da anni la soluzione al problema, come i consiglieri Remo Palermo, già ex sindaco, Ketty Privitera e Giuseppe Sottile si sono astenuti nel votare favorevolmente un regolamento importantissimo per la collettività e soprattutto per il depuratore delle Ville del Poggio.
«Ho citato i nomi degli astenuti – ha concluso – in quanto oltre la maggioranza hanno votato favorevolmente anche i due consiglieri di opposizione Paolo Schilirò e Giusi Pedalino».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare...