Ornella Bertorotta al Senato tra giustizia e difesa degli ultimi

Siamo alla vigilia delle elezioni per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica ed è tempo di bilanci.
Ornella Bertorotta,catanese, senatrice della Repubblica per il Movimento 5 Stelle eletta nel 2013 dopo aver vinto le loro primarie interne. Cosa significa per un’imprenditrice di un’azienda che dà lavoro ad una ventina di persone diventare Senatore della Repubblica?
-Ovviamente ti cambia la vita, non solo per gli affetti a cui non puoi dedicare lo stesso tempo di prima,sono anche una mamma di una splendida ragazza che mi è stata vicino, e continua ad esserlo in questa mia scelta. Una scelta che mi ha posto di fronte tante realtà, di persone, di situazioni economiche, di istituzioni ,che si!! conoscevo, da donna di affari prima, da attivista politica con il Movimento 5 Stelle, poi ma viverle è un’altra cosa.
-Perché aderisce al progetto di Beppe Grillo?
Sono una veterana di Grillo e del M5S quando ci chiamavamo “Amici di Beppe Grillo” e che con i nostri banchetti informativi cercavamo di smuovere la coscienza sopita dei cittadini, ed in parte ci siamo riusciti, sostenendo delle iniziative nella città di Catania ma anche in provincia come: le raccolte firme per l’acqua pubblica, abbassare gli stipendi dei Parlamentari, un Parlamento pulito nel senso che chi è condannato non deve canditarsi.
-Ma ha fatto sempre l’imprenditrice?
No! assolutamente vengo dalla gavetta,non disdegno la fatica e i lavori manuali, insegnate di minori, e restauratrice di mobili antichi questi sono i lavori dove mi sono realizzata completamente, dove in ognuno ho dato ma soprattutto ricevuto, non perdendo la sensibilità verso i più poveri.
-Da Senatrice la sua esperienza ?
“nessuno deve rimanere indietro” con questa frase che sempre mi risuona dentro e che guida il mio lavoro, mi sono battuta per loro con più provvedimenti parlamentari.
Recupero degli immobili abbandonati per fare fronte alla emergenza casa, non stò ovviamente ad illustralo ma ritengo immorale le tante case abbandonate o sfitte quando si potrebbero utilizzarle, tenuto conto ovviamente del rispetto della proprietà, per quelle famiglie di senza tetto, a Catania in questi giorni li vediamo accampati in Cattedrale.
Ma non abbiamo solo l’emergenza casa ma anche un grosso problema sociale la ludopatia (il gioco d’azzardo) un problema che sta distruggendo le famiglie dove lo Stato o meglio i Governi che si sono succeduti non fanno nulla di concreto se non proclami, mentre permette che le grosse società di gioco fanno profitti stratosferici alla spalle di questi malati, perché di una malattia si tratta.
Mi sono anche battuta a favore delle famiglie numerose le quali con il perdurare di questa crisi economica si trovano sempre di più in difficoltà.
Che cosa fanno i Governi ? Nulla!! Anzi bloccano tutti questi tentativi non solo miei ma di tutti i Parlamentari del M5S, perché noi siamo diverse persone ma un’anima e una mente con il fine ultimo il bene del Paese contrariamente a quello che dicono e che ci accusano.
-Appunto vi accusano di essere impreparati?
Be !! un po’ di inesperienza c’era, ora siamo più ferrati nei percorsi Parlamentari ,però se la vecchia politica era fatta da persone e politici ferrati, con esperienza, come mai il Paese è allo stremo? Come mai il tasso di povertà aumenta? Hanno aumentato i posti di lavoro? Io li chiamerei istituzionalizzare la prevaricazione nei posti di lavoro visto che i lavoratori non hanno più diritti grazie alla facilità con cui si può licenziare e ai contratti di lavoro capestro.
-Voi vi candidate per andare al Governo, pare che stavolta ci riuscite non entro nel merito se ne avrete i numeri sarebbe un discorso troppo ampio , ma le chiedo cosa farete una volta seduti ?
Noi non ci sediamo noi andiamo tra la gente e lavoriamo portando alla realtà i sogni di giustizia sociale dove attueremo il programma elettorale che abbiamo fatto con tutti i cittadini che ci sostengono.
-Ecco voi dite che le cose le fate con i cittadini ci faccia un esempio.
Non solo il programma viene condiviso ma anche la mia attività Parlamentare molte interpellanze, quesiti, disegni di legge, sono state da me tramutati dopo avere ascoltato i cittadini, tutti i cittadini non faccio discriminazione, in questi anni ho girato la Sicilia per sentire,mediare, mettere per iscritto le esigenze di tutti. Facendolo tra l’attività parlamentare e le missioni all’estero( fa parte della commissione esteri) soprattutto il mio impegno è per il controllo della giusta applicazione della legge sulla cannabis medica affinché i malati possono avere la possibilità di curarsi liberamente con questo metodo.
-Perché si ricandida?
Mi ricandido se gli elettori delle primarie lo riteranno opportuno, per portare a compimento il lavoro iniziato, per vedere crescere quello che ho seminato. Fare sentire sempre la voce degli ultimi, di coloro che sono senza lavoro, senza casa e senza futuro, un impegno preso con il M5S

Sorry! The Author has not filled his profile.

Lascia un commento

Ti potrebbe anche interessare...

I Samaritani

Annunci

Il lato oscuro di musica e letteratura

Proposte editoriali

Sulle rive del Mare Chazaro

5 Mar di Suzana Glavaš

La linea della fertilità

Tesori nascosti di casa nostra

Il Diritto a portata di mano

Annunci