Inizia all’Angelo Musco il terzo campionato studentesco di Offball

 

 

Si è tenuta stamattina, presso l’ Istituto Comprensivo “Angelo Musco” di Librino, diretto dalla Preside Cristina Cascio, la conferenza stampa relativa al terzo campionato studentesco di Offball, organizzato dal Liceo “Michele Amari” di Giarre,  diretto dal Preside Giovanni Lutri, in sinergia con la Federazione Nazionale di Offball. Le scuole coinvolte sono ben 24 fra Istituti omnicomprensivi e Istituti superiori della Regione Sicilia che, dall’9 al 12 maggio, si sfideranno, ogni mattina, presso il PalaCatania, sito in Corso Indipendenza, 227.  “Vorrei ringraziare” ha detto il Preside Giovanni Lutri, uno dei promotori dell’Offball in Italia: “la Preside Cascio per il prezioso sostegno offerto nell’organizzazione di questo evento sportivo e complimentarmi con lei per la bellezza e l’ordine trovati in questa scuola.”-continua-“ Il mio interessamento all’organizzazione del torneo di Offball, vuole testimoniare la mia scelta di puntare molto sullo sport, ritenendo, infatti, che sia uno veicolo efficace di valori oggi estremamente importanti per i giovani. L’Offball- continua il Preside Lutri- è una disciplina sportiva, già riconosciuta dal Miur ed in attesa di riconoscimento da parte del CONI, ideata dalla Professoressa Nelly Vasta, che presenta molti vantaggi nella sua pratica” “I benefici di questo sport – spiega la Professoressa Vasta, docente di educazione fisica, presso il Liceo Scientifico “Michele Amari” di Linguaglossa, alla quale nel frattempo è stata passata la parola- sono tanti. In primis, è uno sport altamente inclusivo perché ha pochi fondamentali di gioco- lanciare, colpire, afferrare e schivare- dunque risulta di facile comprensione da parte dei giovani. Inoltre, ogni ragazzo viene valorizzato per le sue doti e per le caratteristiche del suo fisico, cioè per esempio non è necessario essere troppo dotati a livello di altezza o di muscolatura etc etc..”
Ma cosa è L’Offball? si gioca su un campo di 19 m di lunghezza e di 9 m di larghezza, per il mini OFFBALL sono previste misure diversificate. Tale superficie è divisa in due rettangoli ( 9,50×9 m) da una rete. L’altezza della rete varia in base alla categoria degli atleti. Ragazzi /e 11-15 anni m 2.10, mentre nella categoria superiore ai 15 anni l’altezza è di m 2.20. Su ogni metà campo e a m 9.50 dalla linea di centrocampo è tracciata un’altra linea che delimita la ZONA FRANCA dalla ZONA OFF. La ZONA OFF è costituita da tutta la superficie esterna di ogni metà campo. Linea di battuta lunga 1 metro posta al centro del campo interno distante m. 6 dalla rete. L’ OFFBALL si gioca con un pallone che deve avere la circonferenza di 65 cm e pesare 240 gr (esiste un pallone appositamente predisposto ). L’Offball non prevede alcun contatto fisico con gli avversari e si utilizza un pallone leggero e super soffice. Scopo del gioco è quello di ELIMINARE tutti i giocatori che si trovano all’interno della metà campo avversaria attraverso due diverse azioni di attacco: ATTACCO A RETE e ATTACCO OFF. Vince la squadra che per prima riesce ad eliminare tutti gli avversari. Non esiste punteggio. Saper LANCIARE E AFFERRARE la palla, riuscire a colpire gli avversari e quindi SCHIVARE tiri mirati costituiscono le principali azioni motorie di gioco. In seguito al sorteggio si determina quale delle due squadre eseguirà la prima azione di attacco. Si dispongono i giocatori nella metà campo, 7 per parte miste. Nei tornei scolastici e giovanili le squadre possono essere formati da più giocatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare...

I Samaritani

I Samaritani

2 Giu di Claudio Shamoowwel Schillaci

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano

Il lato oscuro di musica e letteratura

Proposte editoriali

Sulle rive del Mare Chazaro

5 Mar di Suzana Glavaš

La linea della fertilità

Tesori nascosti di casa nostra

Il Diritto a portata di mano

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano