Continuano i controlli ai “centri massaggi” camuffati

 

Nella giornata di ieri, la Polizia ha indagato in stato di libertà la titolare di un centro massaggi, sito nel rione Picanello, per il reato di sfruttamento della prostituzione, procedendo al sequestro dell’immobile.
A seguito di attività investigativa è stato accertato che le massaggiatrici effettuavano delle vere e proprie prestazioni sessuali ai numerosi avventori del centro. Per tali ragioni i poliziotti hanno fatto irruzione identificando massaggiatrici e clienti e indagando la titolare. Durante il controllo veniva peraltro denunciato uno degli avventori del centro per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale.
Dai successivi accertamenti emergeva che le massaggiatrici, senza regolare contratto di lavoro e sottopagate dalla titolare, non erano in possesso dei necessari titoli professionali per l’esercizio dell’attività e che il centro stesso risultava privo di qualsivoglia autorizzazione.
Infine venivano riscontrate delle criticità in materia di salubrità e sicurezza sui luoghi di lavoro, subito comunicate alle competenti autorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare...

I Samaritani

I Samaritani

2 Giu di Claudio Shamoowwel Schillaci

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano

Il lato oscuro di musica e letteratura

Proposte editoriali

Sulle rive del Mare Chazaro

5 Mar di Suzana Glavaš

La linea della fertilità

Tesori nascosti di casa nostra

Il Diritto a portata di mano

Annunci

ADV: Il mistero dell'Accorano